HOME  > BASSA SOGLIAPROGETTI  >  PROGETTO Abi.TO

PROGETTO Abi.TO

La Cooperativa Sociale Terra Mia, aderisce dal 2014, al network nazionale HOUSING FIRST ITALIA, partecipando al Progetto Torinese Abi.TO.

Nato in continuità ad iniziative di inclusione sociale dei Senza Dimora già attuate a Torino con l’impegno sinergico dell’Ufficio Adulti in Difficoltà del Comune, di Associazioni di Volontariato e Cooperative Sociali, Progetto AbiTO coinvolge persone Senza Dimora in un percorso di autonomia e autosufficienza che si concretizza in primis nell’abitare, da affittuari, una casa propria.

AbiTO è coordinato da una Cabina di Regia costituita dagli Enti che hanno dato vita al Progetto medesimo.

OBIETTIVO

·    L’inclusione sociale degli uomini e delle donne che afferiscono al progetto

·    Il contrasto al disagio abitativo di fasce fragili della popolazione

·    L’attivazione e lo sviluppo di energie personali dei soggetti coinvolti, mirate al protagonismo e all’autonomia

·    La creazione di spazi e percorsi di controinformazione sulle condizioni di vita dei Senza Dimora al fine di superare una logica meramente assistenzialistica e andare nella direzione di un Welfare di Comunità

A CHI SI RIVOLGE

·    A soggetti di età compresa tra i 18 ed i 65 anni;

·    A soggetti che abbiano la possibilità, in base a criteri quali capacità, risorse culturali, saperi, motivazioni, di poter proseguire nel percorso verso la totale autonomia della propria vita;

·    A soggetti astinenti dall’uso di sostanze psicoattive

·    A soggetti a cui sia stata preclusa la possibilità di accedere ad abitazioni di edilizia popolare;

FASI OPERATIVE

I. La presa in carico della persona validata dall’amministrazione comunale con la firma di un patto di adesione,

II. La stesura di un progetto personalizzato, 

III. La ricerca abitativa nel campo privato con contratti calmierati, con assegnazioni temporanee (2 anni) di case della pubblica edilizia e in alcuni casi con forme di coabitazione con altri beneficiari.

IV. La presenza significativa e costante dell’equipe integrata per sostenere il beneficiario ad affrontare la “nuova responsabilità” con azioni di accompagnamento, passaggi concordati in alloggio per osservazione e stimolo ad una corretta educazione domestica.

METODOLOGIA

Il progetto, in linea con le indicazioni metodologiche emerse nel percorso formativo del Network nazionale, ha previsto che gli alloggi venissero allestiti ed arredati dagli stessi beneficiari del progetto, con il supporto e sostegno dell’equipe operativa, entro un budget economico erogato dal progetto stesso.

 

La scelta metodologica è orientata su tre vettori fondamentali:

·    l’eliminazione del “senso di passaggio”, ovvero la possibilità per il beneficiario di sentirsi protagonista dell’allestimento della propria abitazione, percependola sin da subito come un luogo proprio e non di transito

·    lo sviluppo del percorso di autodeterminazione che, mettendo al centro del progetto la persona con i propri bisogni, gusti, creatività, desideri, può riportare in luce energie, potenzialità e spinta al cambiamento

·    l’avvio ad un percorso di “economia domestica” che il periodo di vita di strada spesso azzera anche nei soggetti che hanno biografie socio-economiche “più classiche”.

 

Poiché la finalità ultima del percorso delle donne e degli uomini inseriti nel Progetto AbiTO è la loro inclusione sociale, è centrale la creazione, da parte degli Operatori dell’Equipe Operativa, di una Rete Territoriale diffusa di relazioni formali ed informali che costituiscano una fondamentale risorsa per la vita sociale delle persone inserite.

EQUIPE

. L’Équipe Operativa che si prende cura delle donne e degli uomini inseriti nelle abitazioni ha le caratteristiche della multidisciplinarietà.

L’impegno delle diverse figure professionali (Educatori, OSS, Psicologi) ha la possibilità di curare gli aspetti progettuali sotto diversi punti d’approccio che la soggettività delle donne e degli uomini inseriti richiede per offrire loro le opportunità e risorse più consone alla riuscita ottimale del percorso.

PARTNER

Ufficio Pio di Torino
Servizio Adulti in Difficoltà del Comune di Torino
Caritas Diocesana di Torino
ASG
Cooperativa Aeris
Progetto Tenda
Cooperativa Stranaidea
Cooperativa Terra Mia

Contattaci

Dott.ssa Erika Trombotto

Telefono: 3406019227

Il tuo nome

La tua email

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetto le condizioni sul trattamento dei dati personali

Completa il quiz per autenticare la tua richiesta